fbpx

L’Agopuntura

L’Agopuntura (针刺, zhēncì, in cinese mandarino) è una tecnica terapeutica antica che utilizza l’inserimento di sottilissimi aghi sterili e monouso in specifici punti del corpo al fine di promuovere la salute e il benessere dell’individuo. Le sue origini sono antiche, e in Cina la pratica dell’agopuntura viene segnalata fin dal III millennio a.c.

Come funziona

La scienza moderna riconosce l’efficacia clinica dell’agopuntura e ne intuisce i meccanismi di azione: tramite l’infissione degli aghi vengono stimolati processi bioumorali e neuronali che inducono profonde modificazioni del sistema nervoso, endocrino e immunitario.
All’agopuntura possono essere associate altre tecniche della Medicina Cinese (ad esempio: coppettazione e moxibustione) con effetto sinergico.

La pratica dell’agopuntura è riconosciuta efficace dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dal National Institute of Health (NIH) e, ogni anno, vengono pubblicate centinaia di sperimentazioni cliniche che indagano l’efficacia dell’agopuntura in un numero crescente di patologie.

Gli effetti

Gli effetti terapeutici del trattamento possono manifestarsi sia nella sfera somatica (ad esempio: patologie osteoarticolari, dolori, contratture) che in quella psichica (ad esempio: disturbi dell’umore e insonnia).

Il trattamento

Il programma di trattamento e il numero delle sedute necessarie può variare in relazione alla problematica da trattare e viene stabilito, adattato e concordato con il paziente in maniera personalizzata.
In generale comunque, in presenza di disturbi funzionali la sola agopuntura può portare ad un’azione positiva fino alla guarigione in un’ampia percentuale di casi, mentre, nelle malattie organiche, nonostante le alterazioni irreversibili non subiranno mutamenti, si possono comunque ottenere effetti sintomatici significativi.